Investimenti sicuri a lungo termine

L’Investire i propri soldi richiede sempre attenzione ed oculatezza che deve essere ancora maggiore nel caso degli investimenti a lungo termine. Ecco una panoramica dei migliori investimenti possibili con un occhio di riguardo ad uno degli aspetti più importanti e cioè la sicurezza.

Gli investimenti, di qualsiasi tipo, comportano sempre una percentuale di rischio, che in alcuni casi è talmente remota da essere praticamente quasi nulla (come nel caso dei conti deposito, dei libretti di risparmio o buoni postali, ecc).

Ma in ogni caso non si può mai parlare di sicurezza in senso assoluto, proprio per l’essenza stessa “dell’investire”, ovvero ciò che spinge qualcuno a pagare un certo “prezzo” per disporre di una determinata somma a qualcun altro, che a sua volta si deve far carico di un certo “rischio”.

Sicurezza negli investimenti: cosa significa?

Quindi per prima cosa bisogna accordarsi sul significato che si vuole dare all’aspetto della “sicurezza”. Se il proprio obiettivo è quello di non perdere in nessun momento il valore nominale del proprio investimento, le scelte si riducono ai già citati conti deposito, ai libretti postali o buoni, che però pagano rendimenti non eccezionali, e che in una ottica di lungo periodo portano a una erosione del valore reale del proprio investimento a causa dell’inflazione.

Specialmente se l’orizzonte temporale a cui ci si può riferire per effettuare un investimento è di lungo periodo, allora le scelte non mancano, ma solo se si è disposti a cimentarsi nella creazione di un piano di investimento che sappia diversificare sia sul tipo di asset che sull’orizzonte temporale.

Confronto depositi vincolati da 24 mesi


Luglio 2015

Banca Conto
Tasso vincolo a 24 mesi
Tasso vincolo oltre i 24 mesi
Banca Marche Deposito Sicuro 2,25% n.d.
Extra Banca Extrapiù 1,75% 2,25% a 36 mesi
Santander Consumer Bank Conto Santander 1,60% 1,80% a 36 mesi
Banca Ifis Rendimax Vincolato Top 1,50% n.d.
Banca Farmafactoring Conto Facto 1,45% 1,55% a 36 mesi
Banca Sistema Si Conto! 1,25% 2,50% a 120 mesi
Fineco Cash Park Investing 1,00% n.d.
Banca Popolare di Vicenza Deposito Semprepiù web 0,70% n.d.
Unicredit Conto Risparmio Flessibile 0,40% n.d.
Banca Popolare Etica Conto Deposito per il Futuro n.d. 0,55% a 48 mesi

La pianificazione degli investimenti sicuri

Quantificare con certezza il periodo di tempo durante il quale non si avrà bisogno di disinvestire è impossibile, per cui non bisogna mai investire tutta la liquidità.

Per quanto riguarda le somme destinate invece a investimenti di lungo termine non è necessario impiegarle in una sola soluzione (anzi è sconsigliabile), ma spalmarne l’impiego nel corso del tempo.

A tale scopo rimangono molto utili i conti deposito a discreta remunerazione ( come conti di appoggio), soprattutto nella soluzione dei conti deposito vincolati (dato che lo svincolo non porta a penalizzazioni sul capitale).

Quale investimenti a lungo termine preferire per una maggiore sicurezza?

I tipi di investimento sicuro di lungo periodo sui quale si potrà puntare sono:

  • Btpei: si tratta di Btp indicizzati all’inflazione “europea”. Quindi permettono di recuperare l’inflazione (almeno quella nominale), con un surplus di remunerazione costituito da uno spread definito al momento dell’amissione. La loro durata è notevole, e sono soggetti ad oscillazioni sul valore nominale durante il periodo di emissione e fino alla scadenza, per cui è assolutamente sconsigliato disinvestire. Tra i vantaggi ci sono i bassi costi di investimento (soprattutto al momento dell’asta) e rendimenti discreti. Il principale svantaggio è invece legato alle forti oscillazioni del valore nominale. In questo caso l’obiettivo è la remunerazione del capitale;
  • Pac azionari: le oscillazioni sul mercato azionario permettono di realizzare investimenti “sicuri” se si ha la pazienza e la costanza nei versamenti, così da compensare i momenti negativi con quelli positivi, e nell’evidenza che il mercato, nei suoi cicli, ha costantemente puntato verso l’alto. Anche in questo caso non bisogna quindi disinvestire nel breve. L’azionario spesso spaventa ma nel lungo periodo invece permette di creare discreti capitali, anche con versamenti periodici bassi. Bisogna però fare attenzione ai costi di investimento richiesti e non preoccuparsi delle oscillazioni inevitabili del capitale nominale.

Ultimo aggiornamento: 29 luglio, 2016

Pubblicato da

Lascia un Commento